Dopo il successo di critica e pubblico della prima stagione, Netflix ha ufficializzato che il secondo capitolo di Mindhuter sarà disponibile sul media-services provider statunitense dal prossimo 16 agosto.

Il crime drama prodotto da David Fincher, che si basa sul libro di John E. Douglas Mark Olshaker, racconta la storia di Holden Ford, negoziatore dell’FBI, che non riuscendosi a spiegare la genesi del crimine moderno, trova nel navigato agente Bill Tench del reparto scienze di comportamentali e nella professoressa Wendy Carr, i giusti compagni d’avventura.

Il trio formerà un’unità speciale dell’FBI che si concentrerà sullo studio di una nuova tipologia di assassino, il serial killer, grazie ad un innovativo strumento investigativo, la profilazione.

La serie è stata accolta talmente bene dalla critica che su Rotten Tomatoes ha ottenuto il 96% dei consensi. Il merito è soprattutto della storia narrata, ma anche dell’approfondita caratterizzazione dei personaggi e dell’accuratezza della messa in scena.

Netflix, qualche tempo fa, ha anche confermato i ruoli di Jonathan Groff (Holden Ford), Holt McCallany (Bill Tench), Anna Torv (Wendy Carr), Hannah Gross (Deborah “Debbie” Mitford) e Cameron Britton (Ed Kemper).