Lo scorso 21 aprile, domenica di Pasqua, 50.000 persone hanno assistito al Sunday Service di Kanye West al Coachella 2019.

La prima Sunday Service è stato annunciata lo scorso 6 gennaio da Kim Kardashian via Twitter. La nuova tradizione della famiglia West, fino al Coachella, si era svolta sempre nel massimo riserbo: i luoghi in cui si sono tenute non sono mai stati rivelati prima dell’evento, i partecipanti hanno dovuto firmare un accordo di riservatezza e solo dei frammenti degli show sono stati trasmessi attraverso Instagram.

Non è ben chiaro a cosa servano le Sunday Service, al momento quel che ci è dato sapere è solo come hanno luogo: tutti i partecipanti indossano abiti dello stesso colore che ogni volta cambia, Kanye è il protagonista indiscusso delle jam che dirige posizionandosi al centro (proprio come un pastore) di un coro gospel e della strumentazione.

Jamieson Cox ha scritto su The Verge che con le Sunday Service: “Kanye ha creato un’immagine suggestiva, quella di un peccatore che, in punta di piedi, si avvicina alla redenzione con l’aiuto dei suoi amici”.

Il simbolismo delle Sunday Service è potente e nel corso della ultra-ventennale carriera di Kanye la sua fede cristiana non è mai stata un mistero.

La più sensazionale Sunday Service andata in scena è stata appunto ora al Coachella, dove Kanye ha voluto esibirsi la mattina della domenica di Pasqua su una collina erbosa. Yeezy e i suoi sodali si sono vestiti di viola (colore utilizzato  durante l’Avvento e la Quaresima che rappresenta la penitenza, l’attesa e il lutto), proprio come a voler celebrare la messa più importante dell’anno liturgico cristiano.

E, per rimarcare la “sacralità” dell’evento, il pubblico ha potuto assistere alla mater omnium sanctarum vigiliarum di Kanye West dai piedi della collina, mentre un drone ha trasmesso in diretta streaming l’evento.

Tra sacro e profano, redenzione e merchandising, non è stato dichiarato perché Kanye abbia dato vita a questa nuova tipologia di show, e secondo una teoria che circola tra i fan le Sunday Service potrebbero servire alla composizione di Yandhi, il prossimo album dell’artista statunitense.

Dopo il clamore della Sunday Service al Coachella qualcuno ha pensato di prendere l’occasione al balzo mettendo in vendita l’erba della collina sulla quale Kanye e i suoi si sono esibiti.

La Holy Grass è descritta dal suo venditore con la didascalia “magical and a very rare item! Blessed on Easter Sunday by the god himself, KANYE WEST!”, la base d’asta era di 65 $, ma poi è stata ceduta per ben 107,85 $, ma all’acquirente non è stata certificata in alcun modo la provenienza del sacchetto in plastica contente ciuffi d’erba.

Se siete interessati su eBay trovate un secondo lotto di Holy Grass, al momento sono stare presentate 19 offerte ed è stata raggiunta la cifra di 405,00 $.