Che sapore ha la musica? Domanda certamente secondaria, ma dal Giappone potrebbe arrivare la risposta, grazie ad un nuovo strumento ideato dalla società Nomura.

Si chiama Squeeze Music e permetterà letteralmente di bere una bevanda al sapore di musica, la propria.

via GIPHY

Come funziona?

Si carica una traccia le cui onde sonore verranno analizzate dal dispositivo. Una volta analizzate, verranno catalogate in diversi sottogeneri (romantico, allegro, triste, eccitante e sentimentale) che corrispondono a tipici gusti delle bevande (dolce, acido, salato, amaro, tonico). Il tutto verrà mescolato e incanalato nello spillatore.

Qui il video dimostrativo.

Il progetto potrebbe sbarcare nei prossimi festival, permettendo agli utenti di bere un tonico ad hoc rispetto alle singole performance del cartello.